Cosa vedere a Pistoia. A meno di un’ora da Firenze sorge la piccola città di Pistoia. La provincia conosce il suo periodo di splendore durante il Medioevo e a testimonianza di ciò rimangono gli importanti monumenti che sono presenti nelle piazze e nei vicoli della città. In questo articolo vi consigliamo quali sono i monumenti da visitare se siete di passaggio in questa deliziosa città.

Cosa vedere a Pistoia: il Duomo, il Battistero e il Campanile

La piazza della capitale della cultura 2017 è considerata una tra le più belle della Toscana. Qui si concentrano tutt’oggi il centro politico e religioso della città. Il trittico di monumenti religiosi è composto dalla Cattedrale di San Zeno, il Battistero di San Giovanni e il Campanile. La città è chiamata la piccola Compostela, in onore alla presenza della reliquia di San Jacopo all’interno del Duomo. L’ingresso del Duomo è proceduto da un portico con decorazioni in terracotta vetriata realizzate da Andrea della Robbia. Le opere di questo importante artista sono presenti in molte parti della città, più tardi vedremo nello specifico dove.

Di fianco alla Cattedrale, come un guardiano che la osserva dall’alto, possiamo ammirare il Campanile. Si sviluppa su tre ordini diversi e la data di costruzione non è ancora certa. I tre piani di logge e i due registri di bifore offrono dei punti di affaccio da cui si può godere di un panorama sulla città e da cui si intravede, nelle giornate limpide, addirittura la cupola fiorentina del Brunelleschi.

L’altro lato della piazza è invece occupato dal Battistero di San Giovanni. Di pianta ottagonale, venne edificato nel 1301 e a ancora oggi, in alcune occasioni particolari, è possibile battezzarci i piccoli pistoiesi, proprio nel fonte battesimale costruito da Lanfranco da Como nel 1366.

Cosa vedere a Pistoia: il Palazzo Comunale

E’ in questo splendido palazzo di fine trecento, che è ospitato il potere politico della città. Al centro della facciata riconoscerete uno stemma molto famoso, quello della famiglia Medici. Il simbolo mediceo con la tiara e le chiavi venne posto alla sommità del palazzo comunale in onore del papa mediceo Leone X. Nel palazzo oggi ha sede il Museo Civico, qui vi consigliamo di vedere il Compianto sul Cristo Morto e le Storie della vita di San Francesco di Lorenzo Credi e Ridolfo Ghirlandaio.

San Giovanni fuor civitas

San Giovanni fuor civitas

Cosa vedere a Pistoia: la chiese più importanti

Pistoia, nonostante sia un città di piccole dimensioni, ha un altissimo numero di chiese. Le chiese di questo borgo medievale sono per lo più di tipo romanico e le facciate sono caratterizzate dall’alternanza dei marmi bianchi e verdi tipici del periodo. Vi consigliamo di visitare due chiese, oltre al Duomo, che conservano delle splendide meraviglie. La prima, assolutamente da non perdere è la Chiesa di Sant’Andrea. All’interno è conservato il pulpito di Giovanni Pisano, realizzato tra il 1298 e il 1301, la cui bellezza è paragonabile al pergamo del Battistero di Pisa e a quello del Duomo di Siena.

La seconda chiesa che vi consigliamo assolutamente di non perdere è quella di San Giovanni Fuorcivitas. Il lato lungo su cui Gruamonte rappresentò la Cena di Gesù con gli apostoli non è la facciata della chiesa, come molti credono, bensì il primo lato subito fuori le prime mura cittadine.

Ospedale del ceppo- photo by @telaraccontoio.it

Ospedale del ceppo- photo by @telaraccontoio.it

Cosa vedere a Pistoia: l’Ospedale del Ceppo

E’ l’antico ospedale della città, a cui i pistoiesi sono particolarmente affezionati. La facciata è abbellita dal fregio realizzato dalla bottega del Della Robbia. L’ospedale è stato aperto operando la sua funzione originaria fino al 2013, oggi ospita il Museo dei ferri chirurgici, un laboratorio di farmacia e il Teatro Anatomico più piccolo del mondo.

Un giorno è sufficiente per girare la città e durante la visita vi consigliamo di fermarvi per una pausa in uno dei locali situati in Piazza della Sala. Molti ristoranti offrono la possibilità di assaggiare i prodotti tipici medievali pistoiesi, altri nei loro menù propongono piatti gourmet rivisitati e ottimi cocktail, ideali per un aperitivo.

Pistoia è una città che valorizza il suo passato, ma si apre anche alle nuove iniziative, in cui passato e presente si fondono. Qui potrete imbattervi in chiese romaniche e mostre contemporanee, dove le piccole piazzette vengono riscoperte e decorate con bellissimi murales.
Pistoia si è fatta spazio piano piano tra le grandi città toscane, dimostrando di meritarsi i complimenti che riceve dai suoi sempre più numerosi visitatori.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi